"... avevo scoperto l'abisso della rassegnazione, la virtù del distacco, il piacere del pensare pulito, l'ebbrezza della creazione politica, il fremito dell'apparire delle cose impossibili..." Altiero Spinelli

Disegni di legge

Una proposta di legge di iniziativa popolare contro l'omofobia
Amore

Via alla raccolta di firme. Ne servono 2500 entro il 9 novembre

Proposta di legge popolare contro la discriminazione sessuale

(25 agosto 2012) Ha preso il via una nuova iniziativa legislativa popolare che ha come oggetto la lotta alla discriminazione sessuale. Nei giorni scorsi Donatello Baldo e Giordano Graziano hanno ritirato negli uffici del Consiglio provinciale i moduli per raccogliere, autenticare e certificare le 2.500 firme necessarie per portare avanti il ddl di iniziativa popolare dal titolo: "Disposizioni per il contrasto alle discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale, dall'identità di genere o dall'intersessualità". Possono sottoscrivere l'iniziativa i cittadini iscritti alle liste elettorali di un comune della nostra provincia aventi diritto ad eleggere il Consiglio provinciale. Le sottoscrizioni dovranno essere depositate in Consiglio, con le certificazioni richieste dalla legge, entro il 9 novembre del 2012.

Approvato in Commissione il Disegno di Legge su Software libero e Open data
sofware libero

Nel pomeriggio di ieri la Prima Commissione Legislativa provinciale ha approvato il DDL "Norme per la promozione della società dell'informazione, dell'amministrazione digitale e per la diffusione del software libero e dei formati di dati aperti" che vede come primi firmatari i consiglieri Michele Nardelli e Roberto Bombarda. 

(20 giugno 2012) Dopo la giornata di audizioni della scorsa settimana, che ha riscontrato un giudizio molto positivo da parte di tutti i soggetti ascoltati (associazioni per i diritti digitali dei cittadini, istituzioni di ricerca come la Fondazione Mach e la Fondazione Bruno Kessler, i Comuni che hanno già sperimentato il software libero e il Consorzio dei Comuni, i sindacati ed il coordinamento imprenditori), oggi la Commissione ha approvato l'articolato e una serie di emendamenti che hanno raccolto alcune delle osservazioni emerse nel corso delle audizioni. Voto favorevole della commissione, con l'astensione della Lega, che pure ha espresso un giudizio di sostanziale condivisione della proposta.

In Prima Commissione il Disegno di Legge sul software libero
autostrade informatiche

(14 giugno 2012) Iniziano oggi in Prima Commissione Legislativa provinciale le audizioni sul testo unificato dei Disegni di Legge sul software libero presentato dal gruppo consiliare del PD del Trentino, primo firmatario Michele Nardelli e del DDL sul superamento del divario digitale presentato dal consigliere Roberto Bombarda.

In allegato il testo del DDL unificato.

1 commenti - commenta | leggi i commenti
Amianto, ottima la legge trentina
Trento Nord, capannoni Sloi carichi di eternit

(8 giugno 2012) Dott. Guariniello, in Trentino di recente e per la prima volta in Italia, è stata approvata una legge che rende obbligatoria la bonifica dell'amianto e introduce contributi per la rimozione e lo smaltimento dei materiali. Che cosa ne pensa?

"Non conosco la legge nei dettagli ma ne ho sentito parlare. E' un'ottima iniziativa, l'intervento delle istituzioni - che siano lo Stato, le Regioni o le Province - è molto importante. Ora bisogna puntare sui cittadini, che spesso additano le colpe delle istituzioni senza tenere conto che, purtroppo, l'amianto è tutt'ora presente in molti edifici privati con i proprietari che decidono di gettarlo di nascosto per non affrontare le spese".

Risponde così Raffaele Guariniello, Sostituto Procuratore della Repubblica di Torino  e pubblica accusa nei processi Eternit e Thyssen Krupp, alla domanda del "Corriere del Trentino" in occasione della sua visita nei giorni scorsi a Trento.

1 commenti - commenta | leggi i commenti
Le Linee guida per il Programma sulle filiere corte e l'educazione alimentare
cartello stradale km 0

Approvate dalla Giunta provinciale le "Linee guida per la redazione del Programma per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare".

(9 novembre 2011) Il Programma è l'architrave della LP 13/2009 sulle filiere corte, un passo decisivo verso l'applicazione di questa legge di cui ero primo relatore e a cui ho lavorato con passione. Ora si stanno predisponendo le schede dei diversi dipartimenti (la legge investe infatti la sanità, l'istruzione, l'industria e il turismo) e poi il varo del programma che darà il là all'applicazione concreta della legge.

Le "Linee guida" (che pubblichiamo in allegato) riprendono con efficacia il dettato del legislatore e questo mi dice che si sta andando nella direzione auspicata.

La legge sulle filiere corte e l'educazione alimentare è finalmente operativa
L\'immagine diventata simbolo della LP13

(19 marzo 2013) La II Commissione legislativa provinciale ha approvato ieri il testo del Programma triennale per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare previsto dall'art.4 della LP 13/2009 sulle filiere corte.

Con il via libera da parte della Commissione e con la relativa delibera di Giunta lo strumento più importante della Legge 13 diventa operativo e dunque la legge finalmente applicata. Il testo proposto del Programma è in allegato. Se avete osservazioni e proposte sono benvenute. Alcune osservazioni sono già venute dagli esponenti di Comitato promotore del Parco Agricolo dell'alto Garda. Il testo della LP 13/2009 lo potete trovare su http://www.michelenardelli.it/uploaded/documenti/testo%20definitivo.pdf

L'amianto in Consiglio Provinciale
eternit

(19 marzo 2012) Nella sessione del Consiglio Provinciale che inizia martedì 20 marzo approda anche il Disegno di Legge "Modificazioni del testo unico provimnciale sulla tutela dell'ambiente dagli inquinamenti: protezione dai pericoli derivanti dall'amianto".

Il testo che unifica le due proposte di legge presentate dal gruppo consiliare del PD del Trentino (primo firmatario Nardelli) e dalla Lista Civica per Divina (primo firmatario Eccher) introduce importanti innovazioni rispetto alla legge 257/92 ed in particolare: l'obbligo all'intervento di bonifica sulla base di un piano provinciale che dà priorità agli interventi sulle situazioni di degrado e pericolo; incentivi pubblici alle attività di bonifica verso i privati e gli enti locali fino ad un massimo del 70% dei costi nonché sgravi Irap per le aziende che proocederanno alla bonifica; un piano di smaltimento in discariche specializzate a carattere provinciale; una diffusa attività di informazione rivolta ai cittadini e una specifica attività di formazione per la certificazione di aziende trentine che intendono operare nel campo della bonifica.

1 commenti - commenta | leggi i commenti
pagina 4 di 8

12345678