"... avevo scoperto l'abisso della rassegnazione, la virtù del distacco, il piacere del pensare pulito, l'ebbrezza della creazione politica, il fremito dell'apparire delle cose impossibili..." Altiero Spinelli

Consiglio provinciale

Terza Commissione Legilativa Provinciale

Un Passo verso la sostenibilità
Cismon
(20 marzo 2012) Un'Autonomia diffusa e responsabile, questa la cornice entro la quale vogliamo lavorare per far emergere azioni condivise da poter sviluppare e monitorare all'interno del documento programmatico PASSO - Patto per lo Sviluppo Sostenibile del Trentino (www.passo.tn.it). Perché crediamo che ambiente e territorio appartengano in primo luogo ai cittadini e alle comunità in cui esse vivono. E perché crediamo che il Trentino abbia oggi l'esperienza e la maturità per fare scelte nuove, coraggiose e innovative.

Un Patto tra l'Amministrazione pubblica e i cittadini, quindi. Per fare un passo avanti in quelle materie da cui dipende il futuro dei nostri figli: politiche ambientali, ecosistemi, energia, trasporti, sostenibilità del produrre e del consumare, ma anche democrazia, partecipazione, informazione, nuove tecnologie.

C'è bisogno di idee, stimoli e proposte da parte di tutti. Leggete, approfondite, mandate i vostri contributi, criticate se necessario. Mantenete vivo questo blog e consideratelo luogo di crescita e scambio. Perché il primo passo da fare è confrontarsi e dialogare, mettendosi in gioco.

Alberto Pacher

Assessore ai Lavori pubblici, ambiente e trasporti
della Provincia autonoma di Trento 

La bonifica dell'amianto è legge provinciale
Natura piegata

(23 marzo 2012) Con 27 voti a favore e 4 astensioni il Consiglio della Provincia Autonoma di Trento ha approvato il Disegno di legge "Modificazioni del testo unico provinciale sulla tutela dell'ambiente dagli inquinamenti: protezione dai pericoli derivanti dall'amianto", testo unificato dei DDL 193 (primo firmatario Michele Nardelli) e del DDL 205 (primo firmatario Claudio Eccher).

Un provvedimento che dovrebbe mobilitare nell'arco di dieci anni un intervento valutabile (fra risorse pubbliche, private e sgravi Irap) intorno ai 50 milioni di euro per affrontare in maniera efficace questa pesante eredità.

Dopo la sentenza di Torino che ha condannato per colpa e dolo i vertici della Eternit, si tratta del primo intervento legislativo regionale che aggiorna e rende più incisiva l'attività di bonifica, introducendo l'obbligatorietà della stessa, il sostegno pubblico alla bonifica, la formazione e l'informazione sulla materia.

Un intervento che non investe solo la tutela della salute e dell'ambiente ma che si configura come un vero e prorpio segmento di un intervento nella direzione della riqualificazione del patrimonio edilizio provinciale.

Accanto alla soddisfazione per l'approvazione della legge, il Consiglio provinciale ha espresso un generale cordoglio verso le migliaia di famiglie colpite dalla tragedia delle malattie e dal lutto causato dall'esposizione all'amianto.

6 commenti - commenta | leggi i commenti
Una nuova sfida per l'autonomia trentina
Trentino, la povertà del dopoguerra

(22 febbraio 2012) Completamento dell'Accordo di Milano, un quadro definitivo del contributo finanziario del Trentino allo Stato italiano, autonomia integrale e nuove competenze della nostra autonomia, ma anche nuove responsabilità: queste le parole chiave della comunicazione di Lorenzo Dellai al Consiglio Provinciale (in allegato). 

Amianto, il disegno di legge unificato in aula a marzo
Eternit, pesante eredità

(14 febbraio 2012) L'attualità è sorprendente. La Terza Commissione Legislativa Provinciale darà il via libera giovedì mattina 16 febbraio al testo unificato dei disegni di legge sulla bonifica dai pericoli dell'amianto presentati dal gruppo consiliare del PD del Trentino (primo firmatario Michele Nardelli) e dal cons. Claudio Eccher.

Quasi un risposta della Comunità trentina alla sentenza di Torino che in primo grado ha condannato a sedici anni e al risarcimento materiale i responsabili della Eternit di Casale Monferrato, la multinazionale proprietaria di quattro stabilimenti di lavorazione dell'amianto in Italia. 

Uno sguardo al futuro
L\'autonomia alle gallerie

(7 febbraio 2012) "Quello che vogliamo trasmettere alla comunità è un messaggio al tempo stesso di preoccupazione e di fiducia. In questi due giorni abbiamo ragionato a lungo sul tema dell'Autonomia e su quello, speculare, della situazione economica, in particolare esaminando tempi e modi delle misure che dobbiamo assumere per contrastare gli effetti della recessione, che minaccia l'Italia ma anche noi. L'Autonomia è il primo e principale strumento a nostra disposizione per rilanciare lo sviluppo del Trentino".

Così stamane il presidente Lorenzo Dellai, a conclusione della due giorni programmatica che ha visto impegnata, a Lagolo, l'intera Giunta provinciale, in un confronto a 360° su tutti i temi principali dell'agenda politica.

1 commenti - commenta | leggi i commenti
Risorse dell'autonomia, aperto un tavolo di confronto con il Governo
Una immagine dell\'incontro

Nei giorni scorsi si è svolto a Roma l'incontro dei presidenti del Trentino e del Sud Tirolo/Alto Adige con il presidente del Consiglio Monti. Quello che trovate in allegato è il documento che  Dellai e Durnwalder hanno consegnato al Premier.

(3 febbraio 2012) L'incontro è stato positivo perché ha aperto formalmente un tavolo di trattativa con il Governo sui temi dell'autonomia finanziaria. Molte sono le questioni aperte ma il clima dell'incontro è apparso positivo ed il confronto sembra avvenire in una cornice di condivisione del ruolo delle autonomie. Il Trentino è interessato alla delega sulle Agenzie delle entrate e del demanio, al trasferimento delle strade statali e a nuovi meccanismi di assunzione degli insegnanti.