"... avevo scoperto l'abisso della rassegnazione, la virtù del distacco, il piacere del pensare pulito, l'ebbrezza della creazione politica, il fremito dell'apparire delle cose impossibili..." Altiero Spinelli

Valsugana

Che cosa vuole fare la Valsugana da grande?
Valsugana

di Alex Faggioni*

(30 gennaio 2018) L'intervento di qualche giorno fa dell'ex sindaco di Caldonazzo Laura Mansini cui è stato dato spazio sulle pagine de L'Adige ha sollevato un tema che ha a che fare con un territorio che va ben al di là dei confini di un singolo municipio.

É fuori discussione il fatto che, quando nell'estate del 2015 il presidente Rossi ha rotto la storica chiusura del Trentino nei confronti del progetto di completamento della Valdastico, abbia compiuto un capolavoro comunicativo.

Per giustificare l'avvio di un tavolo di confronto tra Regione Veneto, Provincia Autonoma di Trento e Stato Italiano ha sostenuto che il Trentino non avesse la facoltà di opporre un rifiuto incondizionato; e così, nelle dichiarazioni ufficiali e nei virgolettati della stampa si è cominciato a parlare di un “saldo positivo per il Trentino”, di una “possibile soluzione della viabilità nella zona laghi”.

1 commenti - commenta | leggi i commenti
Progetto integrato di sviluppo e tutela per il Lagorai. Forum iniziale
Lagorai, lago delle buse
L’Unione europea ha approvato nel luglio 2012 un importante progetto LIFE+ Natura denominato T.E.N. (Trentino Ecological Network), coordinato dalla Provincia con il partenariato del Museo delle Scienze di Trento, che modifica l’approccio alla gestione di Natura 2000 in Trentino ed è finalizzato alla definizione della Rete Ecologica Provinciale, prevedendo una forte interazione con il comparto agricolo e turistico. La capacità di conciliare le esigenze connesse alla tutela di specie e habitat con lo sviluppo socio-economico della società rappresenta certamente una delle sfide più impegnative ma anche più stimolanti che attendono la Rete NATURA 2000.

 

Autostrada A31, futuro della Valsugana, futuro dell'umanità
Ipotesi A31

Si torna a parlare della Valdastico. Che cosa pensare e, soprattutto, che cosa fare?

 

Incontro pubblico con

MICHELE NARDELLI, Autostrada A31 Valdastico, un modello di sviluppo insostenibile

ROBERTO ANTOLINI, Intrecci finanziari malsani dietro l’A31

EMANUELE CURZEL, Come la Valsugana è stata convinta che l’A31 le servirà

MARCO DANZI, La rotaia come motore di sviluppo

Coordina e introduce: RENZO MOSER

 

Levico, sala consiliare

martedì 15 settembre, ore 20.30

Organizza: comitato Valsugana contro l’A31 Valdastico

 

Gli uomini che volevano bucare le montagne
ipotesi pirubi

GLI UOMINI CHE VOLEVANO BUCARE LE MONTAGNE


Dopo più di quarant’anni si torna a parlare dell’autostrada A31 Valdastico.
Che cosa pensare e, soprattutto, che cosa fare?
Un’occasione per capire di cosa si parla e come ciò ha a che fare con il nostro futuro.

Incontro pubblico con
DARIO ZAMPIERI (Dipartimento di geoscienze Università di Padova): Progettare negando la geologia nel paese del Vajont e di Stava
ROBERTO ANTOLINI (giornalista di “Questotrenti-no”): A4 e A31: l’intreccio degli interessi
EMANUELE CURZEL (consigliere CdV Alta Valsugana): A31 e Valsugana. Dati e “interpretazioni”

Caldonazzo, ex Caseificio (viale Stazione)
Lunedì 17 agosto, ore 20.45
Organizza: comitato di Caldonazzo contro l’A31 Valdastico

La vita lieve, la vita breve, la vita eterna, la vita inquieta
Orlando Gasperini

Inaugurazione della mostra dell'artista trentino Orlando Gasperini intitolata

"La vita lieve, la vita breve, la vita eterna, la vita inquieta"

che si terrà sabato 26 luglio alle 18.00 presso l'Antica Pieve di Grigno.

La mostra rimarrà poi aperta fino al 18 agosto dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00

Terra Madre. Agricoltura, filiere e unicità dei territori. La Valsugana
Terra madre a Levico

Venerdì 25 ottobre 2013, dalle ore 21.30
Ristorante Boivin - Levico Terme, via Garibaldi 9


Terra Madre. Agricoltura, filiere corte e unicità dei territori.
Una serata conviviale fra visioni e sapori del Trentino che ci piace.

Con la regia del presidente regionale di Slow Food Sergio Valentini e l'accoglienza tipica del ristorante Boivin, presenteremo il pane fatto con la pasta madre del panificio Delmarco di Centa San Nicolò, il mais Spin della Valsugana, i vini storici della Valsugana selezionati da Gianpaolo Girardi di "Proposta vini e oli", i formaggi della malga "Le Mandre", la Mortandela di Caldonazzo.

4 commenti - commenta | leggi i commenti
Oltre la crisi. Modelli di sviluppo nello spazio alpino
Arte Sella. La cattedrale

Il caso della Valsugana, a cavallo tra terre alte e terre sole

«Resilienza è la capacità di un ecosistema, anche sociale, di sopravvivere e adattarsi a eventi esterni traumatici. ... Resilienza è il contrario di rigidità, si resiste per andare oltre, non per rinserrarsi nella tristezza o nella disperazione, ma per aprirsi nella speranza come aspirazione cosciente a un futuro nuovo».

Una serata pubblica sul futuro della Valsugana con

Aldo Bonomi, direttore del consorzio AASTER, editorialista del Sole24Ore

Michele Nardelli, consigliere provinciale, candidato PD

Giorgio Tonini, senatore del collegio della Valsugana

Alberto Pacher, Presidente della Provincia Autonoma di Trento

Introduce Nicola Ropelato, capogruppo PD nella Comunità Valsugana e Tesino, candidato PD

Venerdì 18 ottobre 2013, ore 20.45 - Borgo Valsugana. Palazzo Ceschi

pagina 1 di 6

123456