"... avevo scoperto l'abisso della rassegnazione, la virtù del distacco, il piacere del pensare pulito, l'ebbrezza della creazione politica, il fremito dell'apparire delle cose impossibili..." Altiero Spinelli

Formazione

Il tempo si è fermato a Srebrenica
memoriale di Potocari

Abitare il conflitto. Forme e prassi di riconciliazione nel contesto post conflitto

di Michele Nardelli

«...le peggiori atrocità possono scaturire da ciò che è apparentemente innocuo, dalla "normale" passività che può caratterizzare la vita quotidiana di milioni di individui nella società di massa: la triste verità è che il male è compiuto il più delle volte da coloro che non hanno deciso di essere o agire né per il male né per il bene»

Hannah Arendt
"La banalità del male"

Questo testo è stato scritto per il volume "Srebrenica, fine secolo" Ed. Israt - 2005

Il Tempo del Pensiero

Dal 2 all'8 agosto i Musei di Ronzone organizzano le Vacanze filosofiche in Val di Non. Un settimana di vacanza tra Natura e Cultura.

In allegato i dettagli dell'iniziativa. 

Informazioni e Contatti:
Musei di Ronzone
Via Bernardo Clesio, 1
38010 - Ronzone (TN)
tel. 0463 - 835207
fax 0463 - 880512
cell. 340 31 83 504
e-mail: museidironzone@libero.it

Centro di Formazione alla Solidarietà Internazionale

L'ultimo decennio si è caratterizzato per un radicale ripensamento dei tradizionali approcci alla solidarietà internazionale: oltre la dimensione puramente economica, nel tentativo di costruire legami durevoli, stabili tra persone, comunità e territori, grazie ad un dialogo costante che poggia su relazioni fiduciarie solide e continuative, nella consapevolezza che il mondo globalizzato contemporaneo si caratterizza per una progressiva sovrapposizione di ciò che riguarda il livello locale, regionale, internazionale e transnazionale. 

In particolare, il sapere lineare, tecnico e pertinente non risponde più alla complessità del mondo attuale. La promozione della multidisciplinarietà diviene una pista metodologica interessante oltreché necessaria. L'educazione, la formazione devono dunque caratterizzarsi per uno slancio evolutivo e una capacità di costruire nessi continui con i contesti di applicazione.

Il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale si propone di cogliere questa sfida nell'ambito del proprio territorio, dell'Europa unita, dei rapporti internazionali: contribuire a ricostruire il tessuto delle relazioni - nel pensiero e tra le persone.

 

Attività

Sabato 30 maggio e 12 giugno 2009

Comunicare il Mondo

Due incontri proposti dal Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale. La fotografia, quale sguardo attento all'altrove. Quale possibilità di avvicinamento alla conoscenza, di una persona, di un luogo, di un popolo e del suo spirito. L'immagine sfiorata, catturata dall'obiettivo, specchio che avvicina storie e saperi, testimonianza di cambiamenti, di mutamenti di intere società. I laboratori si articoleranno in due diversi momenti e saranno centrati sui seguenti temi: Dall'immagine il rispetto della dignità / Dentro il reportage / Utilizzo della didascalia per guidare all'immagine.

Continua .. 


23 maggio, 5-6 giugno, 19-20 giugno, 3-4 luglio 2009

Solidarietà e Sanità

 
Il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale propone il corso-laboratorio: "Solidarietà Internazionale allo specchio", sulla valutazione dei progetti di solidarietà internazionale in ambito sanitario.   Continua .. 

________

Il Centro di Formazione alla Solidarietà Internazionale è nato per iniziativa della Provincia Autonoma di Trento, la Fondazione Opera campana dei caduti di Rovereto, la Federazione Trentina della Cooperazione, l'Università di Trento e l'Ocse. 

Per informazioni e contatti:

Centro di Formazione alla Solidarietà Internazionale
Vicolo San Marco, 1 38100 Trento T.+39 0461 263636  F.+39 0461 261395 e-mail: info@iidc.it 

Maggioranza e Democrazia

Trentini del mondo

Un itinerario di conversazioni per una cittadinanza responsabile

La principessa Europa. Un’identità plurale che nasce fuori di sé
incontro con Adel Ali Jabbar e Michele Nardelli

Di chi è il paesaggio?
L'amico Massimo De Marchi mi segnala l'uscita del libro  
 
B. Castiglioni, M. De Marchi (a cura di), Di chi è il paesaggio? La partecipazione degli attori nella individuazione, valutazione e pianificazione (CLEUP 2009)
 
Il libro stato è stato stampato in poche copie prevedendo una diffusione prevalentemente digitale per facilitare il dialogo e lo scambio su un tema di rilevante interesse. A tale proposito si è scelto di condividere il lavoro utilizzando la licenza Creative Commmons 2.5 Italia. Il libro può essere rapidamente visionato e liberamente scaricato, stampato e diffuso facendo riferimento al sito web:
 
http://dichieilpaesaggio.wordpress.com/
 

Fra economia legale ed economia reale

di Michele Nardelli

(giugno 2006) L'operazione è riuscita, lo scoiattolo e l'arancione hanno funzionato. Il Festival dell'economia è stato un grande successo mediatico, di pubblico, di promozione della città. Poche anche le critiche, sempre in punta di fioretto, per l'aver sorvolato su alcuni argomenti che non hanno trovato spazio (l'energia, l'economia di guerra...), ma nel complesso la grande macchina che il "Sole 24 Ore" e la casa editrice Laterza, per conto della Provincia Autonoma, del Comune e dell'Università degli Studi di Trento, hanno orchestrato è sembrata funzionare oltre ogni aspettativa.

pagina 13 di 14

 « Prec.1314