"... avevo scoperto l'abisso della rassegnazione, la virtù del distacco, il piacere del pensare pulito, l'ebbrezza della creazione politica, il fremito dell'apparire delle cose impossibili..." Altiero Spinelli

Palestina

Pace per Gerusalemme in Assemblea
 
A tutti i soci e amici dell'Associazione onlus
"Pace per Gerusalemme. Il Trentino e la Palestina"
Care amiche e cari amici,
siete tutti cordialmente invitati alla Assemblea ordinaria della nostra associazione che si terrà mercoledì 11 maggio 2011, alle ore 18.30
presso il Centro di Educazione Permanente alla Pace, in Via Vicenza 5, a Rovereto
ODG:
1.     Lettura e approvazione del verbale dell'assemblea precedente.
2.     Relazione della Presidente sull'attività svolta e presentazione del Consuntivo 2010.
3.     Relazione dei Revisori dei conti, discussione e approvazione del Bilancio.
4.     Attività previste per l'anno 2011.
5.     Rinnovo cariche sociali (Direttivo e Collegio Revisori conti).
6.     Varie ed eventuali.
Al termine, è previsto un piccolo rinfresco.
Un cordiale saluto,
La presidente, Erica Mondini

Donne di Palestina, Incontro con Ghadir Ghazawna e Asmaa Atatra
Donna Palestina

A Jenin la produzione del sapone è una tradizione che si impara in famiglia. Alcune donne coraggiose l'hanno trasformata in un'opportunità di lavoro e di emancipazione.

Ghadir Ghazawna, segretaria della Association of Women's Action (AOWA), e Asmaa Atatra, referente del laboratorio di Jenin dell'associazione, girano in questi giorni l'Italia per raccontare il progetto "Donne in Palestina", un'iniziativa che affianca AOWA nello sviluppo dei laboratori di produzione artigianale del sapone

L'opportunità di esportare parte del sapone prodotto attraverso il circuito del commercio equo e solidale è determinante per la sostenibilità e la stabilità economica dell'associazione: un'idea che si sta sviluppando grazie al progetto "Donne di Palestina"
Da alcune settimane nelle Botteghe del Mondo si possono acquistare i saponi di AOWA, inseriti nella linea di cosmesi naturale Natyr:
http://www.altromercato.it/it/prodotti/COS/natyr-news/saponi-artigianali-dalla-palestina/

L'incontro rientra nel programma "Cittadinanza Euromediterranea".

Il Trentino in Palestina
Gerusalemme

(28 aprile 2011) Dal 28 aprile al 2 maggio una delegazione della comunità trentina sarà nei territori dell'Autorità nazionale Palestinese in una visita dedicata ai temi dell'agricoltura e dello sviluppo locale. Vi fanno parte, fra gli altri, il presidente Lorenzo Dellai, l'assessore all'Agricoltura Tiziano Mellarini, il presidente della Cooperazione trentina Diego Schelfi, il presidente del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani Michele Nardelli. Da venerdì il diario di viaggio.

Delegazione del Trentino in Palestina
Milo Manara, matite per la Palestina

Dal 28 aprile al 2 maggio una delegazione della comunità trentina sarà nei territori dell'Autorità nazionale Palestinese in una visita dedicata ai temi dell'agricoltura e dello sviluppo locale. Vi fanno parte, fra gli altri, il presidente Lorenzo Dellai, l'assessore all'Agricoltura Tiziano Mellarini, il presidente della Cooperazione trentina Diego Schelfi, il presidente del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani Michele Nardelli

Un giovane bello e solare, come i tanti protagonisti della primavera araba
Matite per la Palestina
di Ali Rashid

(19 aprile 2011) Oltre una certa soglia è ostico, persino ingrato, trasformare il dolore in parole. Un dolore accompagnato dalla rabbia e lo sgomento che non sai in quale direzione urlare.

Tutte le guerre sono sporche, quella sulla Palestina in modo particolare. Non ci sono state zone proibite o limiti invalicabili. Fiumi di parole e lacrime per descrivere la sofferenza e invocare aiuto, un oceano di menzogne che attirano altre menzogne per giustificare i crimini e perpetuarli. Mani e anime sporche di sangue rendono arduo il restare umani.

In ricordo di Jul
Juliano Mer

di Paola Ghiglione

... Mi sembrò che quel ragazzo di quarant'anni guardasse il mondo, in particolare il suo mondo martoriato, conservando una sorta di purezza infantile, ostinandosi a cercare e a difendere il bello, il buono e il giusto in un mare di orrori e di violenza...

(9 aprile 2011) Ricordo tutto di quel giorno, il sole, la stazione di Haifa, le verdure allineate lungo il bordo della strada, la polvere che quasi rendeva insensibili i palmi delle mani, la ragazza bionda che nell'auto accanto a me stendeva le braccia per arrivare al volante, per niente infastidita dal pancione tondo, mentre il suo uomo, dal sedile posteriore, mi raccontava storie di dolore e di speranza con la sua bella voce di attore.

Gaza. Sventolano le bandiere tricolori italiane
Vittorio Arrigoni

(16 aprile 2011) Oggi sabato alle ore 17.00 presso il Centro di formazione alla solidarietà internazionale a Trento (Via San Marco 1), in occasione della conferenza "Intrecci di pace" ci sarà un momento di ricordo di Vittorio Arrigoni

di Fabio Pipinato 

Quando ho saputo della morte di Vittorio Arrigoni s'è riaperta in me una ferita. Andare o restare. Nel '94, quando in Rwanda crollava tutto, io me ne andai. Non ebbi la forza di restare. Vittorio, invece, a Gaza, rimase. Fu l'unico italiano. Gli altri, come ci racconta Pax Christi, obbedirono all'ultimatum dei militari al valico di Heretz che ordinavano di uscire dalla Striscia. Vittorio disobbedì. Questa era la sua vita: disobbedire, rimanere e raccontare.

pagina 10 di 15

123456789101112Succ. »