"... avevo scoperto l'abisso della rassegnazione, la virtù del distacco, il piacere del pensare pulito, l'ebbrezza della creazione politica, il fremito dell'apparire delle cose impossibili..." Altiero Spinelli

Pace e diritti umani

Assemblea del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani
Trento. L\'incontro con il custode del Santo Sepolcro Wajeeh Nuseibeh.

Con la conclusione della XIV legislatura provinciale volge al termine anche il mandato di questa assemblea e, con essa, del Consiglio della Pace e dei diritti umani e del presidente del Forum.

Anni di lavoro intenso nei quali il Forum ha cercato di essere “presente al proprio tempo” nell’obiettivo di dare all’azione di questo organismo un’impronta non rituale.

Non so dire se siamo riusciti in questo intento e certamente il cuore del prossimo incontro sarà proprio attorno al bilancio sociale e politico di questi cinque anni di lavoro.  

leggi | 1 commenti - commenta | leggi i commenti
Troppa storia in troppo poca geografia
Betlemme inizio \'900

Dicembre 2013 - Maggio 2014

Progetto per una maggiore conoscenza del Medio Oriente e per la formazione di giovani volontari in tre fasi: ciclo di conferenze e gruppi di lavoro; viaggio-studio in Israele/Palestina; progettazione e realizzazione di interventi informativi sul territorio e nelle scuole.

Seminario formativo: Elaborare i conflitti. Memoria, narrazione, riconciliazione. Relatore Michele Nardelli

Racconti di viaggio. Bosnia Erzegovina
Mostar

Un gruppo di ragazzi e ragazze racconta la propria esperienza in Bosnia Erzegovina attraverso le proprie emozioni, foto, video e testimonianze degli incontri con la popolazione. Seguirà un assaggio di piatti tipici bosniaci da noi preparati.

"Ventun'anni sono passati dal referendum con cui il popolo bosniaco decise di separarsi dalla Confederazione jugoslava. Quest'atto segnò l'inizio dell'atroce conflitto che dilaniò il paese fino al 1995, dividendo etnicamente una popolazione che aveva vissuto pacificamente fino a quel momento. Abbiamo cercato di comprendere cosa comportò la guerra nella vita di tutti i giorni, raccogliendo testimonianze di persone e famiglie che hanno vissuto in prima persona il conflitto. Questo è quello che cercheremo di raccontarvi il 6 dicembre 2013, alle ore 20.30, presso l'Oratorio S. Antonio". Organizza: Associazione Oratorio Sant'Antonio in collaborazione con Forumpace Trentino. Partecipa all'incontro Michele Nardelli.

 

Il Café de la Paix compie un anno
Il Café de la Paix

Venerdì 29 novembre, il Café de la Paix festeggia il suo primo anno di vita. Nella serata il locale sarà aperto regolarmente fino alle ore 24.00.

In contemporanea dalle ore 22.00 in località Maso S.Rocco (Villazzano) grande party di compleanno per i soci fino alle ore 03.00.

DA PIAZZA DELLA MOSTRA FINO A SAN ROCCO PARTIRA' UNA NAVETTA OGNI 30 MINUTI... SE VOLETE LASCIARE L'AUTO A CASA.

Una storia non esiste se non viene raccontata
Damasco

Il cinereporter Sebastiano Nino Fezza racconterà una storia... per non lasciare nel silenzio il dolore della Syria. Sarà una serata dibattito ed anche un momento di raccolta di fondi... di pensieri... di idee... di aiuto e solidarietà.

Incontro promosso da "Trento for Syria", con l'adesione del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani.

La prima neve sostiene La prima scuola
Cartoline di viaggio

Cartoline di viaggio "per essere Presenti al proprio tempo"

Proiezione del film "la prima neve" di Andrea Segre. Saranno presenti il regista Andrea Segre, il protagonista Matteo Marchel e La Piccola Orchestra Baltazar

Ingresso 4.00 euro

Un incrocio di sguardi sui temi del viaggio, della scuola e dell'intercultura. Questo vuole essere la cartolina organizzata da Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, Liceo Scientifico L.Da Vinci e Centro Astalli all'interno della settimana di iniziative proposte dall'Associazione Il Gioco degli Specchi. Il viaggio, come esperienza di conoscenza e incontro. La scuola, come luogo formativo da difendere e aiutare. L'intercultura, come necessaria prospettiva per un nuovo concetto di cittadinanza. Due giorni di immagini e parole che attraverseranno l'intera città di Trento.

Fascismi... Vent'anni fa, nel cuore di un'Europa distratta.
Il primo giorno del bombardamemto del ponte di Mostar

1914-2014. Inchiesta sulla pace nel secolo degli assassini. Cartolina da Mostar. Sabato 9 novembre 2013, ore 18.00. Trento, Café de la Paix, Passaggio Teatro Osele

Sono passati vent'anni da quel 9 novembre 1993 quando, dalle colline intorno a Mostar, le milizie dei nazionalisti croati decisero che quel ponte che da seicento anni collegava le due sponde della Neretva, simbolo della raffinata architettura ottomana, doveva essere tolto di mezzo (vedi il filmato dell'abbattimento). Nella loro moderna demenzialità pensavano che la storia potesse essere cancellata.